La Famiglia Boiardo e i possedimenti dei Canossa

La Famiglia Boiardo e i possedimenti dei Canossa

Scandiano e Possedimenti Matildici

Scandiano è una della cittadine reggiane più importanti dopo il capoluogo. Monumento simbolo è la Rocca dei Boiardo edificata nel XII° secolo. L’imponente complesso architettonico ospitò episodi significativi della storia della città: vi nacque il poeta Matteo Maria Boiardo, vi alloggiarono il poeta Francesco Petrarca, il riformatore Giovanni Calvino e Papa Paolo III. Nel 1500 il conte Giulio Boiardo trasformò l’antico fortilizio in sontuoso palazzo commissionando ad importanti maestri opere d’arte che elevarono Scandiano tra le corti rinascimentali più splendide dell’epoca.

Dopo i primi colli, salendo, si osservano, in successione continua, dolci crinali e suggestive valli in un contesto di intensi colori e profumi in cui si trovano caratteristici paesi a vocazione agricola come Viano, nota per i tartufi e Baiso nell’ampia cornice dei caratteristici calanchi dalle creste argillose, via via fino a raggiungere il cuore delle terre Matildiche.

 

Primo giorno: Scandiano e la famiglia Boiardo

La provincia di Reggio Emilia è la culla del famosissimo Prmigiano Reggiano.

Ore 8.30 visita ad una latteria, luogo di produzione del rinomato formaggio. Il casaro mostrerà le varie fasi di trasformazione del latte in formaggio, per poi condurre gli ospiti alle vasche di salatura e al magazzino di stagionatura. Seguirà una degustazione del prodotto.

Ore 10.30 dopo aver deliziato i palati, spostamento con mezzi propri a Scandiano, per la visita guidata alla Rocca del Boiardo. Questa domina il centro storico del paese ed è senza dubbio un monumento di grande valore storico e culturale. Costrutira inizialmente come luogo di difesa, fu per questo dotata di cinta muraria, fossato con annesso ponte levatoio e torri di vedetta. Divenne in seguito dimora rinascimentale.

Ore 13.00 pranzo tipico in ristorante

Ore 16.00 Spostamento con mezzi propri in Acetaia, dove si avrà la possibilità di visitare la produzione di Aceto Balsamico Tradizionale. Il Mastro Acetaio spiegherà tutte le fasi di produzione, dal mosto cotto al prodotto maturo, e ne seguirà una degustazione.

Ore 20.00 cena tipica in ristorante

Pernottamento con prima colazione in agriturismo.

Secondo giorno: alla scoperta dei possedimenti Matildici

Queste terre, ad alta vocazione vitivinicola, offrono un microclima privilegiato per vitigni autoctoni, dai quali si ricava il Lambrusco, la Malvasia e la Spergola.

Ore 9.00 visita guidata alla cantina e all'azienda di produzione, seguita da degustazione del prodotto.

Ore 11.30 spostamento con mezzi propri a Carpineti e visita guidata al Castello. La costruzione, situata sulla vetta del monte Antognano, dal quale domina le vallate del Tresinaro e del Secchia, viene fatta risalire al X secolo, per opera di Atto Adalberto, avo di Matilde di Canossa. Fece parte del sistema difensivo del vastissimo territorio dei Casnossa e, durante il regno di Matilde, divenne la residenza preferita della Grancontessa.

Ore 13.30 pranzo tipico in ristorante o agriturismo

Ore 16.30 visita guidata alla Rupe e al museo di Canossa, centro dei possedimenti di Matilde e famoso per il detto "Andare a Canossa".

Dopo la visita sarà possibile recarsi a fare acquisti di prodotti tipici del territorio, presso il Centro Turistico Andare a Canossa.

Fine dei servizi ore 18.00 circa.

 

La quota comprende:
- visita alle aziende con degustazione
- ingresso ai monumenti (Rocca del Boiardo e Castelli) con visite guidate
- 2 pranzi in ristorante
- cena in ristorante
- pernottamento con prima colazione

WHERE: Scandiano
When: from 22.08.14 to 30.06.17
nights: 1
price: € 120.00

Contacts

Strada dei Vini e dei Sapori Colline di Scandiano e Canossa
+39 0522 874326 cell. 320 0407840
www.stradaviniesapori.re.it

Information Request

Emilia Romagna Network Apt ServiziAppennino e VerdeEmilia Romagna TermeCittà d'Arte Emilia RomagnaCosta AdriaticaStrade dei vini e dei saporiEmilia Romagna TurismoMotor ValleyVisit Emilia Romagna