Lunedì 08 Agosto 2011

Agosto in provincia di Modena, con la mappa “Romanico con gusto”

Una guida alle occasioni per unire divertimento, arte ed eccellenze gastronomiche

Agosto in provincia di Modena, con la mappa “Romanico con gusto”

Un agosto tutt’altro che noioso quello da trascorrere in provincia di Modena per il visitatore che potrà cogliere l’occasione per apprezzarne la ricchezza storica e artistica godendo dei numerosi eventi distribuiti sul territorio e gustando le specialità culinarie che rendono Modena e la sua provincia una meta prediletta dai buongustai. La promozione di questo mix straordinario è alla base della mappa “Romanico con gusto”, realizzata dalla Provincia di Modena nell’ambito del progetto europeo CrossCulTour, volto a promuovere il turismo di qualità, nella quale vengono presentati diversi itinerari tra rocche, pievi e castelli di epoca romanica, suggerendo anche le tappe ristoratrici basate sulle tipicità locali come l’aceto balsamico tradizionale, il prosciutto di Modena, il lambrusco, il parmigiano reggiano.

Le occasioni di intrattenimento sono davvero tante e per tutti i gusti; seguendo la mappa “Romanico con gusto”, il viaggiatore curioso cultore del mangiare bene, potrà costruirsi un itinerario di sicura soddisfazione.

Protagonista assoluto del mese di agosto, tra concerti nelle chiese antiche e rievocazioni storiche, è il borgo di Fiumalbo, nell’alto Appennino al confine con la Toscana. Lunedì 8 agosto, la chiesa parrocchiale di San Bartolomeo, il cui nucleo è un tempio tardo romanico, consacrato nel 1220, che riprende rusticamente l’arte di Wiligelmo e seguaci, attivi nel Duomo di Modena, ospiterà una delle tappe del concerto d’organo “Promenade”, che si svolge anche negli oratori di Santa Caterina e della Beata Vergine Immacolata, all’interno di “Armonie fra musica e Architettura”. Nella stessa chiesa, ma per la rassegna “Note nel romanico”, venerdì 12, alle 21, l’ensemble Salvadei Brass (trombe, corno, trombone, e tuba) proporrà “Ottoni all’opera”, mentre domenica 14 nella chiesa di San Michele, alle 17, saranno di scena “Le Mandoline”, con mandolino e fisarmonica, e domenica 21, sempre a San Michele alle 17, toccherà a “Le corde dell’anima” con violino e arpa. Martedì 23 e mercoledì 24 (ore 21), in occasione delle celebrazioni per il patrono San Bartolomeo, nella chiesa a lui dedicata, si esibiranno nel “Commento musicale” Daniela Zerbinati, soprano, Carlotta Arata, violino, Antonio Braidi, violoncello, Davide Burani, organo. Numerose anche le iniziative nel centro storico del paese appenninico: sabato 13 ci sarà la rievocazione storica “Fiumalbo risorgimentale”, nell’ambito della quale varrà riprodotta la vita dei soldati con dimostrazioni di tecniche di combattimento e mercatino tematico sull’artigianato e la gastronomia; alle ore 21 si esibiranno saltimbanchi, acrobati giocolieri, fachiri e mangiafuoco. Il giorno di Ferragosto, alle 21, il centro storico ospiterà il premio “Fiumalbo città d’arte”, il giorno dopo, nell’ambito della rassegna “Echi musicali nel Frignano” sarà la volta del Duo Violoncello Fisarmonica (ore 21).

Ancora a proposito di letteratura, la mappa “Romanico con gusto” ci porta a Pievepelago, dove sabato 20 si terranno le premiazioni del “Premio letterario del Frignano”, giunto alla 16esima edizione. La cerimonia avrà inizio alle ore 17.30 nella sala dell'ex Albergo Coni, in viale Matilde di Canossa 6, naturalmente alla presenza degli autori premiati e dei componenti della giuria, coordinata da Michelina Borsari, con Franca Baldelli, Roberto Barbolini, Alberto Bertoni, Stefano Calabrese e Giuseppe Pederiali. Davide Burani eseguirà intermezzi all'arpa. D’obbligo, per l’occasione, la visita alla chiesa di San Michele Arcangelo, ricostruita nel ‘600 mantenendo l’abside romanica (di fine XII - inizi XIII secolo).

La tappa successiva di “Romanico con gusto” ci porta “sulle tracce dei Montecuccoli”, tra rievocazioni medievali, feste, laboratori, spettacoli, escursioni, degustazioni e tante altre iniziative nei luoghi legati alle vicende storiche dell'antico e nobile casato. Gli appuntamenti di agosto coinvolgono Palagano (sabato 13), le rocche e le torri del Castello dei Montecuccoli di Pavullo (sabato 20 e domenica 21), dimora e centro amministrativo della potente famiglia, dove nacque il generale Raimondo (1609-1680) e la rocca del centro di Montese (sabato 27). Nel corso di tutti gli appuntamenti verrà presentato il libro "I ricettari della Contessa" e le nuove audio guide predisposte per la visita del territorio.

Scendendo a valle si raggiunge Formigine, dove il 24 agosto i “ludi di San Bartolomeo” porteranno il centro storico e il castello indietro nel tempo con una grande festa medioevale che si concluderà con un suggestivo spettacolo pirotecnico. Prima però l’appuntamento è a Mirandola, dove la mappa “Romanico con gusto” suggerisce la visita al castello dei Pico, citato dal 1102, dimora di quei Pico che governarono Mirandola dal 1311 al 1711; tra loro il celebre filosofo e umanista Giovanni Pico della Mirandola (1463-1494). L’occasione è ghiotta: domenica 21 torna nel centro storico l’evento “A cena coi Pico” giornata di rievocazione storica con presenza di accampamenti di armigeri (con dimostrazioni di duelli), arcieri, musici e danze rinascimentali, sbandieratori per le vie con corteo storico, recite, saltimbanchi e mangiafuoco, giostra medioevale per bambini, antichi mercanti e mestieri; la sera menù rustico e tradizionale. Lunedì 22 avrà luogo l’iniziativa “Mirandola Buskers”: nelle strade del centro storico si esibiranno una ventina di artisti e per l’occasione verrà organizzata "La Cena dei Giullari" allestita nel piazzale del Castello Pico con menu “rustico” come da tradizione.

Il grande apprezzamento della guida “Romanico con Gusto” conferma che si tratta davvero di uno strumento intrigante, in quanto illustra i principali siti romanici della provincia di Modena segnalando, nello stesso tempo, i luoghi di produzione e vendita dei prodotti d’eccellenza presenti in tutta la provincia.
Ma di questi tempi non si può fare a meno della tecnologia, neanche se si parla dell’anno 1000; ecco quindi che sulla mappa compaiono due “QR code” attraverso i quali i navigatori satellitari e gli smartphone potranno scaricare le pagine web dedicate (sui siti agrimodena.it e visitmodena.it), oltre a visitare i siti dei consorzi di tutela dei prodotti alimentari (parmigiano-reggiano.it, consorzioprosciuttomodena.it, tutelalambrusco.it, balsamicotradizionale.it). E infine, siccome presto o tardi tutte le strade portano a tavola, sarà senz’altro apprezzato il link che presenta l’elenco dei ristoranti aderenti al consorzio Modena a Tavola (modenaatavola.it).
Buon appetito, quindi, e buon viaggio nel “Romanico con gusto”.




Torna alla pagina delle News
Emilia Romagna Network Apt ServiziAppennino e VerdeEmilia Romagna TermeCittà d'Arte Emilia RomagnaCosta AdriaticaStrade dei vini e dei saporiEmilia Romagna TurismoMotor ValleyVisit Emilia Romagna