Mercoledì 16 Dicembre 2009

In Emilia Romagna piste aperte: prezzi convenienti e divertimento per tutti!

Impianti in azione nelle stazioni sciistiche dell'Emilia Romagna : tante le proposte e le novità non solo per gli sciatori ma anche per gli appassionati di ciaspolate, kite surf, baby fondo, sleddog, snowboard!!!!

In Emilia Romagna piste aperte: prezzi convenienti e divertimento per tutti!

Saranno tutti aperti in questo fine settimana gli impianti nelle località sciistiche dell'Emilia Romagna. Dalle tre  stazioni "regine" Cimone (Mo) , Corno alle Scale (Bo) e Cerreto Laghi (Re) fino alle più piccole, la parola d'ordine è  convenienza, sicurezza e divertimento per sciatori e non. Per gli appassionati non c'è che l'imbarazzo della scelta:  sull'Apppennino dell' Emilia Romagna ci sono 18 le stazioni invernali e si scia su oltre 300 km di piste perfettamente battute. Oltre a Cimone (Mo), Corno alle Scale (Bo), Cerreto (Re), si possono agganciare gli sci e anche nelle località più piccole ma ben organizzate che si snodano tra Piacenza e la Romagna in paesaggi suggestivi all'interno di parchi  naizonali e regionali. Dal Passo Penice, fra i comuni di Bobbio e Monsonico (Pc), a Schia e Prato Spilla sull'Appennino Parmense, da Civago, Alpe di Cusna (Febbio) e Ospitaletto nella provincia di Reggio Emilia, fino a Fiumalbo, Piane di Mocogno, Sant'Anna Pelago, Frassinoro e Piandelagotti nel modenese. Si scia anche sull'Appennino Romagnolo nelle località Campigna e le Balze Monte Fumaiolo. Dappertutto ci sono offerte di vacanza attiva per tutti i gusti. Ecco baby park modello, snow park con sequenze di salti di centinaia di metri, si può fare kite surf, ciaspolate notturne, baby fondo, sleddog. Si può provare il ciaspoleering ovvero  l'orienteering su ciaspole.  Ci sono i corsi per imparare a "leggere" la neve, lo sci di fondo  by night, magari percorrendo le strade di antichi borghi, il nordic walking alla scoperta delle tracce degli animali. Moltissime le attività pensate e dedicate ai bambini. Senza dimenticare che a cena arriva ancora una sorpresa: la formidabile enogastronomia tipica.


TUTTI I PREZZI 2009-2010

Per quanto riguarda le tasche, Tanto divertimento, ma sempre con un occhio al portafoglio. Nel comprensorio del  Cimone lo acquistare lo skipass stagionale costa  a 557,5 euro per gli adulti e 389 per i ragazzi.  I bambini nati dal 2002 in poi sciano gratis. Incluso nello stagionale cinque giornate di sci all'Abetone. Per il resto lo skipass giornaliero costa 32 euro nei giorni festivi, 26 euro nei feriali.
Corno alle Scale (Bo ) offre lo skipass stagionale a 460 euro (giovani dai 9 ai 18 anni 270 e senior 340). Il festivo costa  27 euro e il feriale 21 euro. A Cerreto Laghi (Re), ecco lo skipass valido tre giorni festivi a 70 euro, l'abbonamento per tre giorni feriali costa invece 42 euro. Quanto ai normali skipass si va dal festivo a 28 euro  al feriale a 20 euro. Si può scegliere anche il giovedì low cost. Tutti i giovedì, infatti,  lo skipass costerà solo 15 euro (sono esclusi i periodi di festività natalizie e pasquali). Fra i vantaggi anche quello di trovare meno file agli impianti e piste ovviamente più libere rispetto alla domenica.


NOVITA' AL  CIMONE (MO). Un vero paradiso per lo sci: 2.165 metri di altitudine, 50 km di piste sciabili con un unico skipass elettronico, 23 impianti di risalita modernissimi fra i quali anche una seggiovia automatica a 6 posti. E poi snowpark, babypark, neve programmata. Il comprensorio è formato dai quattro comuni di Montecreto, Fanano, Riolunato e Sestola.
Non mancano le novità per la stagione 2010 al Cimone: una nuova seggiovia due posti Esperia che permetterà una migliore integrazione delle aree sciabili di Montecreto e di Passo del Lupo. Il nuovo impianto servirà anche la rinnovata pista Esperia, di difficoltà "media-rossa", che da Passo del Lupo scende per oltre 1 km fino alla stazione di partenza della seggiovia. E' stata disegnata anche una nuova pista "difficile-nera", chiamata Sette Fontane. La pista è stata realizzata dopo la messa in sicurezza con un sistema di paravalanghe della zona sopra la seggiovia Polle-Valcava. Questo lavoro ha permesso la tracciatura della nuova pista che parte all'arrivo della seggiovia Pian Cavallaro e termina in corrispondenza della stazione d'arrivo della seggiovia Polle-Valcava. Sono state ulteriormente messe in sicurezza con reti e protezioni le piste Lago della Ninfa e Stadio dello Slalom Romolo Pelloni.
Novità anche per gli appassionati di snowboard che quest'anno avranno a disposizione un nuovo snowpark, realizzato lungo tutto il percorso della pista Lago della Ninfa, con sequenze di salti, rampe ed attrezzature varie. Una nuova struttura che si aggiunge a quella dello Snowpark Cimone di Piancavallaro, meta di tantissimi riders provenienti da tutto il cento nord.
Fra le promozioni del Cimone in questo periodo c'è l'offerta "Emozioni Natalizie" (161 euro a persona), valido per i tre giorni precedenti il Natale (21-24 dicembre). Altrimenti si può scegliere la proposta "Fai da te!"  per costruire la propria vacanza a seconda delle proprie esigenze: 5 notti in hotel e 5 giorni di skipass da 235  euro per persona.
Di certo il Cimone è ormai trasformata nella capitale degli sport avventura sulla neve. Oltre alle aree super attrezzate per la tavola da sci, si può provare il kite surf dove si fila a 50/70 km trainati da un aquilone, (www.atraction.it -Tel. 348/6056817), il parapendio, lo sleddog o il digital scooping per fotografare gli animali del Parco Regionale. In qualsiasi momento si possono prenotare passeggiate nel bosco con le ciaspole, escursioni a cavallo nella neve, gite notturne in motoslitta. E alla sera non c'è nulla di meglio che un tuffo rigenerante nell'acqua calda di una piscina. Non mancano anche le occasioni di shopping negli antichi borghi alla ricerca di prodotti tipici. Il Cimone è anche la capitale dei bambini. Ci sono ben quattro babypark. A due passi scorrono gli anelli del fondo in uno scenario naturale al Lago della Ninfa (5 km), Cimoncino (5 km) e Polle (2 km).  Info: www.cimonesci.it e www.vallidelcimone.it.


CORNO ALLE SCALE (BO) - La stazione sciistica dei bolognesi (è a un'ora di auto dalle Due Torri e  da Firenze) è  il Corno con i suoi 40 km di piste, una decina di impianti, due anelli di 3 e 5 km per il fondo, snow park e baby park. Qui si trovano le discese più lunghe di tutto l'Appennino. Regalano oltre tre chilometri ininterrotti sugli sci e sono omologabili anche per gare di Coppa del Mondo. Gli appassionati potranno salire in vetta alle Rocce con una modernissima seggiovia (2.400 persone all'ora)  Info  www.cornoallescale.net.
Corno alle scale non è soltanto sci, ma anche cultura e tradizioni presenti nel comune capoluogo Lizzano in Belvedere e nella vicina  Vidiciatico. Nei dintorni si possono scoprire affascinanti borghi di pietra con misteriosi simboli (le cosiddette "mamme") di origine celtica, antichi santuari come la Madonna dell'Acero, fondata, secondo la leggenda, intorno a un albero, oggi secolare. A Lizzano c'è anche un presidio slow-food: il salmerino, un piccolo pesce di acqua dolce simile alla trota.
Fra le promozioni per vivere la neve a tariffe anticrisi, ecco il pacchetto Scia low cost, da venerdì a domenica (escluso periodo festività natalizie) che parte da 99 euro a persona. Info Tel. 051/6166196.  La settimana bianca low cost parte da 199 euro.

CERRETO LAGHI (Reggio Emilia). Tante sono le proposte e i pacchetti. Per i gruppi e le scuole c'è un'offerta che include tre pernottamenti in albergo 3 stelle, pensione completa, skipass due ore di scuola sci al giorno: 165 euro. Possibilità di noleggio sci e scarponi per tutto il periodo: 15 euro. Cerreto inoltre propone un Capodanno speciale: minimo 4 giorni  mezza pensione, 8 compreso cenone di fine anno, a soli 420 euro con incluso utilizzo piscina per adulti e bambini e centro benessere. Uno speciale Natale  prevede  anche skipass convenzionato per 4 giorni festivi 95 euro, 5 giorni 115 euro, 6 giorni 130 euro, 7 giorni 145 euro.
La stazione di Cerreto Laghi sorge intorno a un bellissimo lago ai piedi del Monte Nuda che dà appunto il nome alla località sull'Appennino Reggiano. Si scia con il nuovo skipass elettronico "a mani libere" che funziona un po' come un telepass sull'Appennino Reggiano.  E' la stazione di punta del territorio di Reggio Emilia: 28 km di piste, 5 impianti (compresa la seggiovia triposto che sale velocemente a 1980 metri sul Monte La Nuda),13 km dedicati al fondo, pista omologata per gare internazionali, snow park e baby park). Al Cerreto è aperto il Palaghiaccio, principale punto di ritrovo per tutte le età. E dopo una pattinata si può entrare nella sauna bollente ospitata nell'edificio. Info www.cerretolaghi2004.it

PIANDELAGOTTI (MO)
Ci sono anche piste omologate per diversamente abili a Piandelagotti (frazione di Frassinoro). Non a caso il Centro Fondo Boscoreale è considerato tra le dieci stazioni invernali più importanti d'Italia per il fondo. Una posizione sancita anche dai 50 chilometri di tracciati e la partecipazione nel circuito "Super Nordic Skipass" (è un circuito formato da  20 centri top del fondo di Alpi e Appennino cui si accede con un'unica card).
Quest'anno la novità è il nuovo centro servizi con spogliatoi, docce e wc, situato sulle piste: servirà a rendere più confortevole il soggiorno di fondisti e appassionati di montagna. Una pista da fondo con innevamento artificiale su 2 chilometri permette di sciare in tecnica classica e libera contemporaneamente.
Il comprensorio si trova nel Parco Regionale del Frignano, alla confluenza sul crinale tosco-emiliano delle province di Modena, Reggio Emilia e Lucca.  Un vero paradiso per lo sci di fondo e non solo: si può praticare anche lo sleddog e lo ski orienteering, il nordic walking e lo snow-walking con le ciaspole. Poco distante si snodano i tracciati di Lago Murato. A Natale si potrà  sciare in notturna grazie all'illuminazione di un tracciato due chilometri e mezzo. Il noleggio sci di Boscoreale è stato aggiornato con nuovo materiale proveniente dalla Norvegia. Tante le manifestazioni in programma, dalla ciaspolata in notturna del 31 dicembre alla sfilata di maschere per le vie del paese e sulle piste (5 gennaio), dalla ciaspolata in notturna con animazione (16 gennaio e 6 marzo) alla ciaspolata in notturna per gli innamorati a San Valentino. Info: www.centrofondoboscoreale.it, www.scuolasciboscoreale.it


PIEVEPELAGO (MO) Si può sciare addirittura dentro il paesino e sotto le stelle grazie alle piste da fondo con impianto d' illuminazione che si snodano a ridosso del centro abitato. Ma non mancano 12 km di discese (tre impianti, uno skilift e due seggiovie) per atleti di tutti i livelli e un attrezzatissimo snowpark  per gli amanti della tavola. Questo è la carta di identità di Sant'Annapelago, frazione di Pievepelago. Quest'anno la stazione modenese presenta un'offerta a prezzi bloccati per affrontare al meglio la nuova stagione invernale Il comprensorio di Pievepelago, è ad una manciata di chilometri dai più noti Abetone e Cimone. La meta ideale per chi cerca un contesto naturale  e una vacanza sulla neve, lontano dalla folla. La partenza degli impianti di risalita è a poche centinaia di metri dagli alberghi di S.Annapelago. Lo skipass stagionale costa come nella scorsa stagione: 210 euro per gli adulti e 155 per i ragazzi da 7 a 17 anni (gratuito fino a 6 anni). Info: www.scisantanna.it, www.pievepelago.info, www.altoappennino.it


PIANE DI MOCOGNO (MO)
Si può sciare anche in notturno a Piane di Mocogno, a 75 km da Modena. Il comprensorio è l'ideale per chi, oltre allo sci, ricerca relax e tranquillità. Con i suoi 40 km di piste da fondo è anche una meta ricercata dagli appassionati di questa disciplina. Tra gli appuntamenti della stagione lo slalom parallelo in notturna e i campionati regionali di fondo.  Oltre allo sci, la stazione offre molte possibilità di svago, con la pista di snow tubing (discesa con i gommoni sulla neve) e il rinnovato baby park.
Per chi pratica lo sci di fondo, il "Centro Piana Amorotti" (www.centrofondopiana-amorotti.it, Tel.0536/345593),  dotato di ogni confort, inclusi gli spogliatoi riscaldati, è a 1.300 metri altitudine e, da quest'anno dotato di impianto di innevamento artificiale. Un grande evento che vedrà al via le migliori promesse dello sci nordico azzurro.
Inoltre, c'è anche un nuovo snowpark con salti e rail. A completare l'offerta una rete di 10 chilometri di percorsi per l'escursionismo. Ed è possibile inoltre effettuare uscite con guide di fondo-escursionismo, escursionismo con le ciaspole, orienteering invernale.


NOVITA' A FEBBIO (RE)
Tante le novità nella piccola stazione di Febbio (Re) sul Monte Cusna. Nasce infatti  il gattobus per andare a ballare o cenare al Rifugio delle Streghe a 1700 metri. Ma ci sarà anche la piscina bollente con idromassaggio collocata sulle piste: misura 8mt per 8mt e ospiterà 10/12 persone. E poi ancora: la nuova area per bambini con tanti nuovi gonfiabili, il servizio elisky, i cani Alaskan per la pet therapy e le passeggiate a cavallo con tanto di stop intermedio per uno spuntino tipico: 12 euro a persona. Insomma una partenza ruggente per Febbio che punta a una serie di servizi molto attraenti alternativi allo sci che ovviamente c'è e rimane. Sono stati aperti due ostelli in quota e nuove strutture ricettive di buon livello a villa Minozzo. Per il resto Febbio, frazione del comune di Villa Minozzo, è una località ad alta quota per essere in Appennino: la neve rimane fino a primavera inoltrata e qui tanti arrivano per praticare sci alpinismo. Le tre seggiovie e le tre sciovie (4.500 persone all'ora) servono 12 km di piste. E c'è il Centro Neve e Natura a Pianvallese che organizza escursioni sulla neve con mezzi alternativi nordic walking, ciaspolate, trekking e fondo. Info: 0522/810430 - Info sede parco Tel. 0522/ 89011.


A VENTASSO LAGHI (RE) l'apertura della stagione 2009-2010 è prevista per il primo week end di dicembre. La piccola località sciistica sorge a 63 kilometri da Reggio Emilia, nella pittoresca cornice formata dal monte Ventasso e dal lago Calamone, tra i più belli dell'Appennino Reggiano, e i fitti boschi di faggi. Quattro skilift servono cinque piste di varia difficoltà, disegnate in fitte faggete. Le quote variano tra 1359 e 1533 metri.
La novità sono  una  nuova area Bob e slittini e una nuova pista di snow tubing di 90m con salite e tapis roulant. L'intera area interessa è un tratto di piste di circa 150 m per 25 metri. A fianco a quest' area,  per la prima volta aprirà un'intera zona dedicata ai bambini, che si chiamerà "Ludotoboga" in accordo con l'Arci, o meglio con la loro ludoteca che metterà a disposizione degli animatori che intratterranno i bambini sulla neve. Il giornaliero costerà 12 euro dalle 9 alle 17. Oppure 5 euro la mattina e 5 euro il pomeriggio. Info Biglietteria Tel. 0522/817300 cell. 338/8920022.


OSPITALETTO (RE)
Ospitaletto, frazione di Ligonchio nel Parco, con i suoi 1000 metri di quota è il comune più alto dell'Appennino Reggiano. Fu a lungo un feudo della leggendaria Matilde di Canossa. La tradizione narra che fu la stessa Matilde di Canossa a fondare l'ospizio (cioè la locanda) per pellegrini, da cui trae il nome Ospitaletto. Oggi è una stazione sciistica con tre skilift servono 1900 persone all'ora con il risultato che non c'è mai fila. Si scia su quattro piste di varia difficoltà (7 km in tutto).
Novità. E' stato approvato il progetto  per lo sviluppo della stazione con la costruzione di una nuova seggiovia. Fra i pacchetti vacanza continuano le escursioni con ciaspolate da passo di Pradarena a Ospitaletto. L'offerta è completata da alberghi, trattorie, scuola di sci ed escursioni guidate con sci o ciaspole.  Info Tel.0522/899121 - 0522/899263.


PRATIZZANO  (RE)
Nel cuore del Parco Nazionale Tosco Emiliano, Pratizzano è una vasta prateria naturale  circondata da boschi di faggeti che d'inverno si trasforma in piste da fondo: 18 km su tre circuiti. Il comune è quello di Ramiseto. C'è un rifugio Pratizzano che mette a disposizione sci a noleggio e ha anche qualche camera. Pratizzano è a 12 km da Ramiseto e a un'ora da Reggio Emilia. Info: 347/889112;  Iat  Castelnuovo Monti Tel. 0522/810430.


FUMAIOLO (FC)
Paesaggio splendido e spettacolare: è la cornice dove è immersa la piccola stazione sciistica del Monte Fumaiolo, nel cuore della Romagna. Il comune è quello di Verghereto. Altitudine: 1100 - 1473 metri. Questa graziosa stazione sciistica, frequentata in particolare dagli amanti dello sci di fondo, si trova sulle pendici dello spettacolare Monte Fumaiolo da dove nasce il Tevere: c'è una pista da fondo che arriva proprio alle sorgenti. Le piste per la discesa sono molto larghe e prive di ostacoli. L'ospitalità è assicurata da varie strutture  ricettive.  L'area del Fumaiolo è perfetta per escursioni, trekking a piedi e a cavallo, per mountain bike. La spettacolare rupe della Moia e la parete del Montalto, sono utilizzate come campo scuola per free climbing. Fra le novità c'è il nuovo impianto di innevamento artificiale e la nuova area FumiPark dove ci si può divertire con lo snowboard, spine, tubing.  Fra le offerte c'è quella per gruppi o scolaresche: 2 giorni, mezza pensione, skipass incluso:  65 euro: per le famiglie: dalla cena di venerdì al pranzo della domenica, pensione completa con skipass compreso, 90 euro, Bimbi fino a 10 anni completamente gratis. Escusioni. Ogni venerdì ciaspolate (gruppi minimo di 5 persone). Accompagnati da una guida si può raggiungere il Monte Falco e le sorgenti dell'Arno. Si possono provare anche in notturna indossando un casco con una piccola torcia. Info: Scuola di sci Biancaneve c/o Rifugio Biancaneve  Tel. e fax 0543/906659; Comune di Verghereto Tel. 0543/902313.


PASSO PENICE (PC)
Nel punto d'incontro fra Emilia Romagna, Liguria e Lombardia,  Passo Penice  (1150-1450) nel comune di Bobbio è una piccolissima stazione servita da una sciovia da dove si diramano 4 piste per un totale di 10 km.  A Passo Penice si può provare lo sci in notturna: esiste un impianto di illuminazione sulle piste. In località Ceci si trova una serie di anelli  per lo sci di fondo ed è possibile anche noleggiare l'attrezzatura.  Tolti gli scarponi, la visita obbligata è per Bobbio, affascinante comune  alto medioevale, antica tappa dei pellegrini. Info: Tel. 0523/933411 - 347/7546324 - www.sciclubbobbio.it

PRATOSPILLA (Pr)
La Stazione Pratospilla, in provincia di Parma a 1350 metri di altitudine è nel cuore del Parco dei Cento Laghi, sul crinale dell'Appennino Tosco Emiliano, fra Emilia e Liguria.  Si scia su 10 km di piste, serviti da  tre impianti (una seggiovia, una sciovia e un tapis roulant nel campo baby). C'è anche uno snow park, con dossi e ostacoli vari dove gli appassionati della tavola da neve possono scatenasi. Info: Tel. 0521/890194 www.pratospilla.pr.it/.


SCHIA  (PR)
A Schia, stazione sciistica a 50 minuti di auto da Parma (1200-1500 metri di altitudine) è una meta privilegiata di tante famiglie con bambini: c'è un moderno tapis roulant nella pista campo scuola dove sono disseminati  vari giochi gonfiabili e dove i bambini possono giocare anche senza sci ai piedi. A Schia ci sono dieci piste di varie difficoltà servite da tre impianti, fra i quali una seggiovia biposto. Oltre al baby park, c'è uno snow park e una pista di fondo. Neve garantita da un impianto per la neve artificiale. Ad arricchire l'offerta  è stato aperto un residence con annesso il centro benessere Normena. Info Tel. 0521/868868.
SPORT DI TENDENZA - per il resto continuano a impazzare le passeggiate sulle ciaspole che si fanno dappertutto in Emilia Romagna. Si possono provare anche in notturna indossando un casco con una piccola torcia. Ci sono varianti in notturna e il nuovo sport: il ciaspoleering (cioè gare di orienteering sulle ciaspole) che si pratica a Piandelagotti nel modenese comune di Frassinoro (www.scuolasciboscoreale.it). Piste di sci in notturna sono aperte a Passo Penice (Pc) e a Prato Spilla (Pr). A richiesta tutte le località offrono gite in motoslitta per raggiungere, magari per una cena romantica, un rifugio in cima a una vetta.


A Campigna (FC), 4 km di piste di sci alpino, nel comune di Santa Sofia, nell'Appennino Forlivese, ci si può scatenare con il bob o la slitta.

Torna alla pagina delle News
Emilia Romagna Network Apt ServiziAppennino e VerdeEmilia Romagna TermeCittà d'Arte Emilia RomagnaCosta AdriaticaStrade dei vini e dei saporiEmilia Romagna TurismoMotor ValleyVisit Emilia Romagna