Venerdì 08 Gennaio 2010

Nuova carta escursionistica Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano

Presentata a Cerreto Laghi la Carta escursionistica del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano.

Nuova carta escursionistica Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano

Montagne innevate che racchiudono paesaggi mozzafiato: l'Appennino d'inverno può regalare scorci incantevoli soprattutto a coloro che li cercarno sui sentieri e le piste di montagna. Per valorizzare queste bellezze naturali, il Parco nazionale dell'Appennino tosco emiliano ha presentato al Park Hotel di Cerreto Laghi , la nuova carta escursionistica. Alla presentazione è intervenuto anche Pierluigi Saccardi, presidente Unione Appennino e Verde Emilia Romagna e vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia.  La Provincia di Reggio Emilia conferma il suo impegno a favore della frequentazione turistica del territorio di crinale mettendo a disposizione i suoi mezzi e le sue strutture - ha spiegato Saccardi- Analogo impegno viene confermato dall'Unione di Prodotto Appennino e Verde i cui soci e imprenditori utilizzeranno certamente questo nuovo strumento cartografico per aumentare i servizi offerti agli ospiti e per costruire intorno alla rete sentieristica una adeguata offerta di turismo secondo i più avanzati standard di qualità che richiede il mercato.  Per i visitatori appassionati si apre la possibilità di praticare trekking, ciaspole, sci di fondo, nordic wolking e l'opportunità di percorrere un insieme di itinerari tracciati per godersi la montagna. Si vogliono accontentare i gusti di tutti, con un'attenzione particolare per la sicurezza. Gli itinerari sono suddivisi secondo le caratteristiche di difficoltà definite dal Cai e adattati alla realtà del territorio dell'Appennino: dai valichi appenninici si vedono a occhio nudo la Pianura padana, il mare, le Apuane, la Pietra di Bismantova, le terre dei Canossa e quelle dei Malaspina, l'Emilia, la Toscana e la Liguria. Sono crinali e valichi che hanno unito e diviso nei secoli popoli, espresso culture e dominazioni diverse, dai Romani ai Galli, dagli Etruschi ai Liguri, dai Longobardi ai Bizantini fino ad essere teatro della resistenza e Linea Gotica, frontiera tra tedeschi e alleati, nel terribile inverno del '44. Erano terre di pascoli e carbonai, luoghi di allevamento e povera agricoltura di montagna, oggi sono luoghi di turismo per quattro stagioni, ma ancora soprattutto luoghi di produzioni tipiche e di qualità: sul versante nord le filiere del Parmigiano reggiano o del prosciutto di Parma segnano l'economia così come il paesaggio. Sul versante sud l'aria e la vicinanza del mare e delle Apuane caratterizzano i sapori e la cucina, indirizzano l'economia ed i flussi delle persone, raccontano un'altra storia e con essa ancora una volta un paesaggio capace di cambiare nelle quattro stagioni come le sequenze di un grande caleidoscopio naturale. Un nostro obiettivo è anche quello di  superare i confini provinciali - conclude il presidente -  Per il turista questi confini sono solo un impaccio e quindi è molto importante l'opera di un ente come il Parco Nazionale, che ha nel suo dna lo scopo di superare artificiosi steccati tra province e regioni diverse per ricucire una immagine unitaria della nostra montagna, riprendendo e valorizzando percorsi ed esperienze di vita radicate in secoli di scambi economici, transumanze e influenze culturali reciproche fra i due versanti-. Prima di questa c'erano già carte dell'Appennino ma tutte assolutamente parziali: questa doppia cartina permette di racchiudere tutto il territorio del Parco nazionale nel suo insieme.  Sulla copertina quattro foto che rappresentano la valle dell'Inferno in Lunigiana, immortalata nel periodo estivo, il monte Navert, nel parmense, nel periodo invernale, la pietra di Bismantova, nel reggiano, in primavera, e la Pannia di Corfino, in Garfagnana, in versione autunnale. Un modo originale per suggerire gli itinerari più adatti nelle varie stagioni dell'anno. La carta è stata prodotta dalla S.el.ca. e andrà in distribuzione a 12 euro in un cofanetto  composto da due carte da accostare che racchiudono nel dettaglio tutto il territorio del Parco.

Torna alla pagina delle News
Emilia Romagna Network Apt ServiziAppennino e VerdeEmilia Romagna TermeCittà d'Arte Emilia RomagnaCosta AdriaticaStrade dei vini e dei saporiEmilia Romagna TurismoMotor ValleyVisit Emilia Romagna